Federica Soprani-Lucia Guglielminetti-l'alchimia degli opposti

Scheda del libro

Titolo: L’Alchimia degli opposti
Autrici: Federica Soprani e Lucia  Guglielminetti
Editore: Sága Edizioni
Genere: Narrativa Fantastica
Collana: Camelot
Data di pubblicazione: 23 luglio 2021
Pagine: 400
ISBN: 979-12-80523-04-4
Formato: cartaceo

Prezzo cartaceo: 18,90€

Disponibile su: Amazon

Federica Soprani-Lucia Guglielminetti-l'alchimia degli opposti-review party

Trama

Londra, una sera qualunque.

Due antichi vampiri si ritrovano per caso nello stesso locale notturno, uno dei tanti che bazzicano per attenuare la noia di un’esistenza interminabile.

Guillaume de Joie, francese, bello e letale come una meravigliosa pianta carnivora.

Raistan Van Hoeck, olandese, affascinante, feroce, del tutto imprevedibile, e ancora così spaventosamente legato alle passioni umane.

Guillaume non si può sottrarre a una sfida così irresistibile.

Dopo un primo, tempestoso incontro, i due immortali si rendono conto che c’è qualcosa nell’altro che stuzzica la rispettiva curiosità e decidono di approfondire la conoscenza. Scopriranno così un bisogno reciproco che nessuno dei due è disposto ad ammettere. Riusciranno a mettere a tacere i fantasmi del passato che li vogliono condannati alla solitudine eterna?

Tra spaventose disavventure nel mondo degli umani e le insidie della politica vampira, i primi cinque racconti di una vicenda in cui l’alchimia è tutto.

Biografia

Lucia Guglielminetti nasce ad Asti nel 1969.

Laureata in Lingue e letterature straniere moderne, insegna inglese nelle scuole medie. Vive con la famiglia in un piccolo paese della provincia astigiana.

Ha all’attivo due romanzi pubblicati con la Casa Editrice Marlin (2012: RVH – Ascesa alle Tenebre; 2013: RVH- Sette giorni per i lupi) i primi due episodi della saga sul vampiro olandese Raistan Van Hoeck. Nel Buio, Morte e vita, Sleeping Sun e Il falco e il cacciatore, i successivi episodi della saga di RVH, sono autopubblicati.

Il racconto L’ospite inatteso, da cui la saga prende il via, è stato tra i vincitori del concorso “Le ali della Fantasia 2010” ed è stato pubblicato in una raccolta, così come altri lavori della scrittrice.

Nel 2017 pubblica il romanzo thriller/horror Versus con la Casa editrice Dark Zone, secondo classificato al Torneo Cittadella 2020, e la raccolta Acherontis.

Ama la musica rock, la lettura, la scrittura, il cinema e le serie TV, oltre agli scrittori come Stephen King, che non ti fanno dormire la notte.

Recensione in anteprima

Care amiche,

oggi sono qui per farvi la recensione della mia ultima lettura: “L’alchimia degli opposti” di Federica Soprani e Lucia Guglielminetti, edito da Saga Edizioni.

Voglio portarvi con me all’interno di un locale notturno: lo “Steel Flamingo” a Londra, dove avrete il piacere di incontrare e conoscere intimamente Raistan Van Hoek, un giovane vampiro olandese molto  affascinante e legato ancora alle sue emozioni umane che lo rendono instabile ed imprevedibile. Forse è proprio questo il suo fascino, immortale ma a ancora così vivo.
Conosceremo anche Guillaume Marie De Joie, un antico e raffinato vampiro francese.

Il loro primo incontro è a dir poco esplosivo, quando per puro caso Raistan e Guillaume si ritrovano nello stesso locale basta uno sguardo per accendere l’interesse di Guillaume. Si ritrova come intrappolato nel suo incantesimo, un’alchimia che da subito li attrae inesorabilmente uno verso l’altro, come le falene verso la fiamma.

“Ma l’uomo che aveva appena fatto la sua comparsa dall’altra parte della pista da ballo, beh, era tutto un altro discorso.

Improvvisamente l’esito della serata non gli parve più così scontato. Seguì con lo sguardo la sua avanzata, mentre le due ragazze gli si accomodavano addosso, pretendendo di fargli udire le adorabili sciocchezze che uscivano dalle loro labbra dipinte.

Fendeva la folla anonima del locale come una nave rompighiaccio, un araldo argenteo e terribile col capo aureolato da nubi tempestose. Trasmetteva forza, brutalità, una spaventosa bellezza.

Certo, il lezzo di pattumiera che emanava e che celava in parte il profumo inebriante del suo sangue antico avrebbe potuto scoraggiare un eventuale approccio. Ma Guillaume non era tipo da lasciarsi abbattere per così poco. Concentrò lo sguardo sull’Immortale, scagliando contro di lui una scarica di energia abbastanza forte da ottenere la sua attenzione senza nuocergli. La reazione non tardò a manifestarsi: Raistan si bloccò di colpo, poi si voltò lentamente nella sua direzione, stringendo gli occhi in due fessure piene di diffidenza mentre sembrava studiarlo, valutarlo. Dentro e fuori. Il labbro superiore salì a rivelare zanne di tutto rispetto in un’espressione davvero poco amichevole, ma la smorfia fu anche accompagnata da un veloce inchino, in un bizzarro contrasto che confuse e divertì Guillaume. Che diavolo significava un atteggiamento simile? Ti ho visto, riconosco la tua superiore età, ma stammi alla larga perché ti stacco la testa a morsi? Era una sfida troppo interessante per rinunciarvi.”

L’alchimia degli opposti è un romanzo scritto a quattro mani dalle autrici Federica Soprani e Lucia Guglielminetti, la loro scrittura è intrigante e riesce a coinvolgere abilmente il lettore all’interno delle sue trame, rapimenti, forti sentimenti, amore e colpi di scena. Vi ritroverete ad amare sempre di più questi personaggi ricchi e completi sia nell’aspetto fisico che nell’aspetto emotivo, tanto che riescono a far percepire e a condividere con voi le loro emozioni.

Anche i personaggi di supporto sono molti, alcuni vi scorreranno accanto, altri invece li porterete con voi, come a me è successo con Eloisa.

Un libro da leggere, da assaporare che riuscirà ad intriganti regalandoci molte emozioni, ricco di suspense e colpi di scena.

Ora non mi resta che augurarvi una buona lettura ed attendere la vostra opinione.

Federica

Altri Fantasy

Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti