Oggi partecipo al Review Party di “Non ti perdere” 

Giada Fariseo - non ti perdere - review party

Scheda del libro

Titolo: Non ti perdere
Autrice: Giada Fariseo
Editore: Literary Romance
Edizione: Seconda edizione
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 312
Prezzo: offerta lancio € 1.99
Data di uscita: 25/01/2021

Disponibile su: Amazon

Trama

Una laureanda che ha rinunciato al sogno di danzare sale su un treno che la condurrà sul palcoscenico della vita.

Tea è prossima alla laurea; caparbia e determinata, ha le idee ben chiare su ciò che vuole e sa come ottenerlo.

Tuttavia, l’incontro con due ragazzi, molto diversi l’uno dall’altro, risvegliano in lei un lato molto più istintivo e passionale. Quando sembra che la relazione con uno dei due possa concretizzarsi, il destino le offre un’occasione: un viaggio in America per completare la sua tesi sui relocation centers americani.

Ben presto le sue ricerche incroceranno una famiglia di nisei nonché il dramma da loro vissuto durante la Seconda Guerra Mondiale.

Affiancata da Chris, una guida del posto, Tea cerca le risposte a un dubbio durato decenni, provando con tutta se stessa a non perdersi dentro un finale tutt’altro che scontato.

Recensione

Non ti perdere Giada Fariseo è un romanzo sorprendente capace di suscitare emozioni contrastanti. E’ molto scorrevole, intenso e i personaggi sono molto ben caratterizzati tanto che mi sono ritrovata in molte parti del romanzo a dover cercare un fazzoletto per asciugarmi le lacrime, oppure a dover recuperare il Kindle che avevo lanciato lontano sul letto.

Prima di leggere questo romanzo non sapevo nulla delle Relocation Center e del loro ruolo nella storia.

“«Arrivammo nel primo centro di trasferimento a fine marzo. Era il 1942 e fummo tra i primi ad arrivare in quella che era considerata la nuova casa per tutti coloro che dovevano essere esclusi dalla comunità americana. Inizialmente ci dissero che molto probabilmente saremmo stati trasferiti di nuovo, poi dal 1° giugno di quell’anno, il centro di trasferimento divenne il primo relocation center e fu chiamato Manzanar. Sai cosa significa?»

«Piantagione di mele» rispose Tea soffiandosi il naso.

«Già, un nome buffo per un posto in cui sembrava impossibile coltivare anche una piantina di riso» cercò di sdrammatizzare la nonna di Chris”

Giada Fariseo ha saputo sapientemente intrecciare una storia d’amore con un tocco storico. E’ un libro molto toccante, ma ho trovato particolarmente coinvolgente l’ intervista con un’anziana signora, la nonna di Chris, reduce del Relocation Center.

Ora lasciatemi spiegare un po’ la storia: Tea è una giovane donna coraggiosa che riesce nonostante i vari ostacoli e non abbattersi per vedere coronati i suoi sogni. Ad un passo dalla laurea sta preparando la sua tesi.

Un giorno per caso di ritorno dal lavoro, tea è un insegnante di danza,  incontra sul treno un ragazzo d’allenamento orientali che dimentica un post-it, sopra vi sono degli ideogrammi. Tea inizia ad indagare e scoprirà il significato dell’ideogramma: Manzaran, il nome di un relocation center. Colpita dalla storia deciderà di svolgere la propria tesi su questo argomento. Inizierà così il suo viaggio alla scoperta di una storia poco conosciuta e tacitata da molti.

” «Ieri, tornando dall’università in treno, mi è successa una cosa che ha dell’incredibile.»

«Cioè?»

«Si è seduto davanti a me un ragazzo dai tratti orientali davvero notevole. Io ero talmente stanca che dopo cinque minuti mi sono addormentata. Quando mi sono svegliata, il ragazzo davanti a me era sparito, ma aveva dimenticato sul sedile di fronte al mio un biglietto con delle scritte in giapponese. So solo che appena l’ho preso ho capito che doveva essere importante. Così senza riflettere sono scesa dal treno ma sul binario non c’era più nessuno.» Fissò l’amica per un istante, aspettando una reazione.

«Continua, ti prego. Ho come la sensazione che la parte migliore debba ancora arrivare!» Laura rabboccò il suo bicchiere.

«Quando sono arrivata a casa ho acceso la TV e c’era uno speciale dedicato ai relocation centers americani. Stavano parlando di Manzanar, un campo di detenzione costruito ai piedi della Sierra Nevada in cui venivano rinchiusi i nisei, ovvero gli americani di etnia giapponese, durante la Seconda Guerra Mondiale e di cui io non avevo mai sentito parlare.”

Nel romanzo Tea incontrerà Tia un ragazzo, un dongiovanni conosciuto sul posto di lavoro.

Durante il viaggio alla scoperta della storia del Manzaran incontrerà un Chris, un ragazzo dolce e affidabile che si rivelerà non essere altro che il ragazzo incontrato sul treno e Voi credete nel destino? 

“«Secondo la tradizione, ogni persona porta, sin dalla nascita, un filo rosso annodato al mignolo della mano sinistra che la lega in modo indissolubile alla propria anima gemella. 

Questo filo è lunghissimo, indistruttibile ma soprattutto invisibile, e serve a tenere unite due persone destinate prima o poi a incontrarsi e a stare insieme per sempre. 

Può succedere che per la sua lunghezza il filo si aggrovigli creando non poche difficoltà ai due innamorati prima che possano ricongiungersi l’uno all’altra, ma è certo che qualsiasi sia l’ostacolo saranno sempre uniti e legati nel cuore e nell’anima. 

Durante la nostra vita, non sappiamo quando accadrà, né come, ma la persona che porta con sé l’altra estremità del nostro filo farà la sua comparsa lungo la nostra strada. A volte capiterà di sbagliare, di prendere abbagli e di soffrire per legami sbagliati… La sfida vera, infatti, è saper riconoscere questa persona, capire che è lei quella giusta.»”

In un viaggio tra antiche leggende, la storia di un popolo, una storia d’amore e colpi di scena cosa succederà tra i nostri protagonisti?

Un romanzo da non perdere!

Federica Rivaira

Altre recensioni della stessa categoria

  • Cecile Bertod - Down on love a qualsiasi prezzo prequel
    Down on love di Cecile Bertod
    Quando a un party Madison incontra un affascinante sconosciuto che le chiede di seguirla in auto, ancora non sa che ha davanti Nolan Carter, l'uomo più chiacchierato del momento. […]
  • Dora L. Anne - Mai come domani
    Mai come domani di Dora L. Anne
    Prossima uscita. Noah Allen prende la vita così come viene. I sentimenti sono un bagaglio ingombrante da tenere in fondo a un cassetto e l’unica cosa cui pensa sono le moto. […]
  • Simona Friio-Taxi love
    Taxi Love di Simona Friio
    Recensione. Alice ha ventotto anni e un unico desiderio: fare carriera. La mattina del tanto agognato colloquio, però, tutto sembra andare storto […]
  • Scarlett Reese - Voglio ancora tutto
    Voglio ancora tutto di Scarlett Reese
    Prossima uscita. Abigail Miller non torna a casa da due anni, ma non può certo mancare all’anniversario dei genitori che hanno deciso di rinnovare i voti dopo trent’anni di matrimonio. […]
  • KL Shandwick-Gibson Melody
    Gibson Melody di KL Shandwick
    Prossima uscita. Dicono che il passato, prima o poi, bussi sempre alla tua porta. E per uno come Gibson Barclay, il dio del rock, la cosa era solo una questione di tempo.  […]
Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti