Daria Torresan Brunilda Begaj - Forbidden

Scheda del libro

Titolo: Forbidden
Autrici
: Daria Torresan e Brunilda Begaj 
 
Editore: self-publishing
Genere: Romance
Finale: Autoconclusivo
 
Copertina realizzata da : Catnip 

Disponibile su: Amazon

Trama

Firdaws ha dimenticato di quali colori è fatto il tramonto. Aveva solo sei anni quando il suo rapitore l’ha presa e l’ha chiusa in un lugubre scantinato. A dieci anni di distanza, non c’è più traccia della spensierata bambina di un tempo. Troppo dolore e paura ha provato sulla sua pelle. I traumi e il tempo hanno cancellato il suo passato, le hanno fatto dimenticare la sua famiglia. Tuttavia, avverte un legame che non riesce a spiegarsi con quel fratellastro dagli occhi grigi e dal cipiglio arrogante. 

Shaytan è stato battezzato con il nome del Diavolo. Strafottente, maligno, rabbioso. Di una bellezza rude e oscura, non c’è nulla di accomodante in lui. E forse è proprio tutto quest’odio represso ad attirare Firdaws. Esattamente come un angelo viene sedotto dal peccato e da ciò che gli è proibito avere. Impossibile domare ciò che li spinge l’uno verso l’altra. È qualcosa che ha radici lontane e che la morale non può accettare. 

Ma chi stabilisce se un amore ha il diritto di esistere o no? 

E come si può affidare alla ragione il compito di annientare un sentimento? 

“Perché non si può scegliere di chi innamorarsi, ma si può decidere come vivere quell’amore.” 

Recensione

Se devo essere sincera ci ho messo un pò a decidere se leggere o meno questo libro, per il tema trattato, ma non mi pentirò mai di aver seguito il mio istinto e di aver aperto la prima pagina. Quindi grazie a queste meravigliose autrici Daria Torresan e Brumilda Begaj per avermi regalato queste inimitabili e caleidoscopiche emozioni. 

Questo libro mi ha suscitato un caleidoscopio di emozioni che mi hanno portato ad amare e a odiare i protagonisti Firdaws e Shaytan. Ad un certo punto, ma non posso raccontarvelo se no vi rovino la lettura, ho letteralmente lanciato il kindle ai piedi del letto talmente ero frustrata dalla piega che aveva preso la storia.  

Vi ritroverete letteralmente a piangere, ridere insieme ai protagonisti e soprattutto vorrete lanciare una ciabatta in faccia a Shaytan.  

Assolutamente consigliato, è un libro che non si dimentica

Federica Rivaira

Altre recensioni della stessa categoria

  • Alexandra Rose-Il suono del vento
    Il suono del vento di Alexandra Rose
    Recensione. Liam Wood è una star della musica. Eccellente chitarrista dei Poison Dust, per lui è facile ottenere tutto ciò che desidera […]
  • Tina fancy-l'eletta
    L’Eletta di Tina Fancy
    Recensione. Emily Wallace, una giovane orfana, viene “reclutata” dalla direttrice del Sanderton per intraprendere un percorso di formazione all’interno del prestigioso collegio […]
  • Rossana Murdaca-tsunami
    Tsunami di Rossana Murdaca
    Recensione. Gabrielle è una ragazza di ventisette anni con una famiglia che la supporta, una grande tenacia e una forte determinazione […]
  • Micol Agio-a Natale non puoi
    A Natale NON puoi di Micol Agio
    Recensione. Ti puoi innamorare durante una pandemia? La famiglia Vinci si sta preparando alle feste, ignara che dovrà passarle di nuovo in zona rossa […]
  • Lauren Rowe-Beautiful Liar
    Beautiful Liar di Lauren Rowe
    Prossima uscirta. Più la bugia è ben architettata, più sarà dolorosa la verità. Finalmente sono riuscito a portare l’esuberante Georgina proprio dove volevo […]
Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti