Eleonora Fasolino - Amabile inferno

Scheda del libro

Titolo: Amabile inferno
Autore: Eleonora Fasolino
Editore: Milena in Love
Data di uscita: 1 febbraio 2021
Pagine: 354

Disponibile su: Amazon (ebook)Amazon (cartaceo)

Trama

Roma, Anno del Signore esamidimaturità. 

Melania Santacroce ha diciotto anni, un gusto eccentrico in fatto di vestiti e i capelli tinti di viola. Afferma di portare una terza scarsa di seno più per ottimismo che per amore della realtà e, quando non si allontana dal mondo per comporre poesie distratte, si interroga sull’efficacia delle taglie dei jeans, su Lord Byron e sulla dubbia puntualità dei mezzi di trasporto capitolini. 

Sebbene alta e non proprio esile, a volte teme di risultare impercettibile, ma a salvarla dalla banalità del quotidiano sono le uscite al vetriolo che di tanto in tanto ama diffondere con nonchalance. 

Non è proprio sicura di credere in Dio, ma frequenta una scuola privata di stampo cattolico. Non ama tradurre il greco, ma si accinge ad affrontare l’ultimo anno di liceo classico. Non si è mai innamorata, ma alla fine è arrivato Manfredi Vergara: suo professore e uomo impegnato in una relazione complicata con Dio. 

Perché Manfredi è un prete. E Melania, che non ha mai assaporato la tentazione, si trasformerà in quella più pericolosa per un uomo che non appartiene nemmeno a se stesso. O forse nel suo amabile inferno. 

Estratto

“Aveva permesso a Melania di avvicinarsi e… no, non lo aveva permesso. Lo aveva desiderato. Lo aveva desiderato da quel pomeriggio a Largo Argentina, quando lei lo aveva spogliato senza nemmeno toccarlo; quando gli aveva ricordato la bellezza del desiderio. Un desiderio totale, di spirito e carne. Lei l’aveva preso, ostinata, e lui l’aveva lasciata fare. 

Recensione

Care amiche,  

posso dirvi che, quando avevo letto la trama, ero stata riportata indietro nel tempo a quando adolescente avevo sospirato e pianto tra le pagine di Uccelli di Rovo, quindi ne sono rimasta subito attratta. Non potevo resistere, dovevo assolutamente leggerlo. 

Le mie aspettative non sono state deluse: “Amabile inferno” è un romanzo capace di entrarti nell’anima e rimanervici come un libro nella libreria. 

La scrittura dell’autrice Eleonora Fasolino è magnetica,  fluida e scorrevole, ma la sua abilità sta nel rendere i personaggi veri e reali. 

I personaggi sia i principali che quelli di contorno sono talmente reali, intendo come caratterizzazione interiore ed esteriore, come complessità emotiva e come storia da raccontare, da avere la sensazione di poterli incontrare per strada. Era da un po’ di tempo che non venivo così presa da un libro da non riuscire a staccare gli occhi dalle pagine fino alla fine e di leggerlo in una notte soltanto e soprattutto di esserne così colpita emotivamente,  tanto da volerlo rileggere. 

La storia leggendo la trama potrebbe sembrare scontata: una ragazza e un prete, ma vi assicuro che non lo è: la complessità delle emozioni è forte, reale, tanto da commuovere. 

Come accennato prima, i personaggi sono molto veri, umani: Melania è una giovane ragazza di 18 anni che frequenta l’ultimo anno di liceo, non è mai stata innamorata. È una ragazza molto bella e dolce, ma anche testarda, impulsiva, distratta e un po’ insicura verso suo corpo il suo peso. 

Ho amato molto il suo personaggio perché nonostante le sue fragilità e insicurezze e soprattutto la sua giovane età sa esattamente cosa e chi vuole, lui Manfredi Vergara, che ha svegliato la sua sensualità.

Manfredi è il professore di Melania nonché un prete, ma la loro storia trascende l’età ed i ruoli che hanno nella società, non è una trasgressione oppure abominio, o un peccato, è semplicemente amore, quell’amore travolgente, incontaminato e puro come la fede. 

Manfredi è un personaggio, anzi una persona a tutti gli effetti che ho amato ma anche odiato durante la lettura, molte volte per via delle sue decisioni. 

Attorno a loro gravitano altri personaggi tra cui Francesco e Virginia, le cui storie sono complesse e complementari, completando i personaggi principali. 

Ho molto amato anche il finale,  ma non voglio rovinarvi la sorpresa. Spero solamente che l’autrice possa esaudire il mio più recondito desiderio: un sequel. 

Se amate le storie travolgenti capace di lasciarmi un segno dentro e farvi riflettere sull’amore,  quello vero, che non annulla ma rinforza, allora questo romanzo che fa per voi. 

Buona lettura! 

Federica Rivaira

Biografia dell'autrice

Eleonora Fasolino è nata a Roma, città che tuttora vive e ama, nel 1992. 

Dopo la maturità classica, per eccesso di sadismo ha conseguito la laurea triennale in Lingue, Culture, Letterature e Traduzione presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Conosce, o almeno spera, la propria lingua madre, l’inglese, il russo e modi molto creativi per dare un nome a gattini appena incontrati. 

Lavora, e continua a studiare, nella dimensione editoriale, perché di libri non è mai sazia. 

Ama la Scozia, dove si sente a casa, scovare ristorantini e ascoltare musica varia ed eventuale. 

Se volete contattarla, potete farlo su Instagram o  sulla sua pagina Facebook, risponde volentieri a ogni messaggio, a volte però potrebbe chiedervi un pochino di pazienza. 

Altre recensioni della stessa categoria

Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti