Trisha-Laine-un-libro-una-cioccolata-calda-e-te

Scheda del libro

Titolo: Un libro… una cioccolata calda… e te!
Autrice: Trisha Laine
Editore: Self- publishing
Genere: Romanzi rosa
Data di pubblicazione: 12 novembre 2020
Serie: Autoconclusivo
Formato: E-book euro 2,99
Cartaceo: euro 6,23

Disponibile su: Amazon

Trama

Pearl Lewis lavora da qualche anno come co-responsabile a Berna presso la prestigiosa biblioteca privata Miller accarezzando il sogno di aprire prima o poi un suo Caffè Letterario. Pur di realizzare il suo sogno svolge diversi altri lavori in qualità di correttrice di bozze e guida turistica. 

Le sue idee innovative trovano continui ostacoli nell’anziano collega Meier che non manca di far continuamente rapporto al presidente Miller che oltreoceano è il padrone della casa editrice PHM. Pearl non trova appoggio neanche in Kurt Kranz direttore della biblioteca nonché suo tiepido fidanzato da circa tre anni, con il vizio del gioco d’azzardo. 

Quella di Pearl sembra essere una vita grigia e triste, fino a quando una mattina, al bar della biblioteca incrocia lo sguardo intenso di uno sconosciuto. Tra i due è colpo di fulmine finché un giorno giunge in biblioteca, in supervisione per conto del presidente Miller, l’Amministratore Delegato e Pearl scopre che… 

Recensione

Care amiche lettrici, 
volete un libro da leggere la Vigilia di Natale, magari davanti al camino con una bella tazza di cioccolata calda con la panna e qualche marshmallow?
Allora ho il libro che fa per voi, “Un libro, una cioccolata calda… e te” di Trisha Laine.
 
Come cita la stessa autrice nel corso del suo romanzo:
 
“Brillat-Savarin, nella Fisiologia del gusto, dice che “è dimostrato che il
cioccolato è un alimento sano e piacevole, che è nutriente, facilmente
digeribile e che non presenta gli stessi inconvenienti che si rimproverano al caffè”
Innanzitutto ringrazio Trisha Laine per avermi permesso di leggere questo meraviglioso romanzo che segna il suo esordio, quindi ora mettetevi comode ed iniziamo a conoscere insieme “Un libro, una cioccolata calda… e te”.
 
La lettura inizia con una citazione, che trovo altrettanto perfetta per iniziare a presentarvi il suo romanzo. 
 
“Un tempo gli uomini erano essere perfetti,
non mancavano di nulla
e non vi era la distinzione fra uomini e donne.
Ma Zeus, invidioso di tale perfezione,
li spaccò in due:
da allora ognuno di noi è in perenne ricerca
della propria metà,
trovando la quale torna all’antica perfezione.”
Platone, Simposio.
 
Il romanzo racconta la storia di Pearl, una giovane donna americana, che vive a Berna e che ama talmente tanto i libri da averne fatto sia il suo lavoro che il suo sogno. 
Per quanto riguarda il suo lavoro: è una bibliotecaria rivoluzionaria, o almeno è così che la definisce il suo capo. Oltre ad essere un’eccellente bibliotecaria è anche una blogger (naturalmente di libri) e nel tempo libero fa la guida turistica a Grindelwald.
Per quanto riguarda il suo sogno? Aprire un caffè-letterario di nome Platone.
E’ fidanzata con Kurt, un uomo che pensa prima alle carte che alla sua donna.
E poi arriva lui.
 
– Il solito, Pearl? – le sorrise.
– Si grazie, Ali – fu la risposta di Pearl che solo allora si accorse di avere
ancora in mano una penna: raccolse i lunghi capelli castani, li attorcigliò e la usò per fissarli in cima al capo. Fu in quel momento che alzando lo sguardo si accorse di una nuova presenza nel locale: un uomo in giacca e cravatta, sui trent’anni, moro che stava sorbendo il suo… tè? cappuccino? e… stava deliberatamente fissandola con un meraviglioso paio di intensi occhi… verde-gialli? A quella distanza non riusciva a decifrarne il colore con precisione, ma era innegabilmente, indiscutibilmente, attraente. Distolse immediatamente lo sguardo per rialzarlo appena pochi secondi dopo… e lui era là, pronto, con un sorriso aperto su labbra morbide e sensuali. Distolse di nuovo lo sguardo in subbuglio abbassandosi la gonna per coprire un po’ di più le gambe.
Mitch, amministratore delegato della Miller e campione di rally, è un uomo segnato da una grave perdita di cui si ritiene responsabile e che lo rendono atono a tutto o almeno così credeva, finchè non vede lei.
 
Capitano a volte incontri con persone a noi assolutamente estranee, per le quali proviamo interesse fin dal primo sguardo, all’improvviso, in maniera inaspettata, prima che una sola parola venga pronunciata. Dostoevskij
E’ un romanzo dove l’amore è fatto di attesa, di scene dolci come il pancake con il miele, di gelosia, di baci che ti risucchiano l’anima, di sguardi languidi e segreti. 

E’ un libro che ti trasporta in un mondo dove il romanticismo fa da padrone, assolutamente l’ideale da leggere per Natale. 

Federica Rivaira

Altre recensioni della stessa categoria

  • Alexandra Rose-Il suono del vento
    Il suono del vento di Alexandra Rose
    Recensione. Liam Wood è una star della musica. Eccellente chitarrista dei Poison Dust, per lui è facile ottenere tutto ciò che desidera […]
  • Tina fancy-l'eletta
    L’Eletta di Tina Fancy
    Recensione. Emily Wallace, una giovane orfana, viene “reclutata” dalla direttrice del Sanderton per intraprendere un percorso di formazione all’interno del prestigioso collegio […]
  • Rossana Murdaca-tsunami
    Tsunami di Rossana Murdaca
    Recensione. Gabrielle è una ragazza di ventisette anni con una famiglia che la supporta, una grande tenacia e una forte determinazione […]
  • Micol Agio-a Natale non puoi
    A Natale NON puoi di Micol Agio
    Recensione. Ti puoi innamorare durante una pandemia? La famiglia Vinci si sta preparando alle feste, ignara che dovrà passarle di nuovo in zona rossa […]
  • Lauren Rowe-Beautiful Liar
    Beautiful Liar di Lauren Rowe
    Prossima uscirta. Più la bugia è ben architettata, più sarà dolorosa la verità. Finalmente sono riuscito a portare l’esuberante Georgina proprio dove volevo […]
Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti