Emanuela A. Imineo-Diary of the witch

Scheda del libro

Titolo: Diary of the witch
Autrice: Emanuela A. Imineo
Data di uscita: 7 maggio 2021
Genere:
Fantasy

Prezzo copertina rigida: 16,64€
Prezzo copertina rigida: 13,52€

Disponibile su: AmazonAltri libri di Emanuela A. Imineo

Intervista di Federica

Intervista “Sabato autori” dalla Rubrica di Un Cuore tra i Libri.

Cara Emanuela A. Imineo, innanzitutto ti ringrazio per averci coinvolte con il Blog tour del tuo nuovo libro “Diary of the witch”, puoi parlarci un po’ di te e delle tue passioni?
Care “Un cuore tra i libri”, vi ringrazio tantissimo per l’opportunità e per questa meravigliosa intervista.
Presentarmi in poche righe è difficile: sono stata scaraventata nel mondo dei blog tantissimi anni fa, fondando nel 2014, il blog “Il mondo di sopra”: sito letterario ed esoterico. Il mio ruolo quotidiano e ciò che mi rappresenta è essere una strega. Nasco come cartomante credendo fortemente nella spiritualità pagana. Allo stesso tempo, la mia fede e la mia riconoscenza per la stregoneria tradizionale mi ha portato a fondare la casa editrice Dark Abyss Edizioni, sempre a stampo esoterico.

Prima di iniziare a farti qualche domanda più dettagliata sul manuale vorrei chiederti quando è nata la tua passione per la scrittura e la lettura.
Sin da piccola sono sempre stata innamorata delle storie di ogni tipo di letteratura. Ricordo ancora un testo, scritto in età adolescenziale, dove raccontavo di questa ragazza con i capelli ricci che attraversava la strada addentando una brioche alla crema. Quel racconto non l’ho mai terminato, eppure mi ha dato modo di comprendere quanto la scrittura fosse già da piccola parte di me; una valvola di sfogo e una culla per me stessa e la mia anima.

Ed ora la domanda che mi incuriosisce di più: che cosa ti ha spinto ad avvicinarti alla Magia ed a scrivere questo manuale?
Come detto già precedentemente, la mia fede pagana mi ha portato negli anni ad avvicinarmi alla stregoneria tradizionale e a praticare la magia legata al culto degli Dei. Seguo tutto ciò che riguarda i Sabbat, gli Esbat; non ballo con i diavoli sotto le notti di luna piena ma raccolgo ancora le erbe nei campi sperduti.

Ho potuto notare, da vera amante dell’occulto che la ricerca per scrivere questo manuale è stata tanta, posso chiederti qual è stata la parte più difficile da scrivere e da trovare e su quali manuali o fonti ha trovato più informazioni?
In realtà, nessuna parte è stata realmente difficile. Diary of the witch nasce come libro delle ombre vero e proprio, frutto della mia esperienza e della pratica della stregoneria sviluppata negli anni. Ho sentito necessaria la sua pubblicazione per ricordare al mondo che le streghe non sono quelle che la chiesa ha sempre dipinto come amanti del diavolo ma sono donne che hanno solo fede e che riescono a vedere oltre a ciò che abbiamo davanti.

Ci puoi raccontare un episodio che ti ha coinvolto particolarmente durante la stesura del manuale?
Un episodio che mi ha coinvolto e divertito allo stesso tempo è quando ho ricevuto la bozza cartacea del manuale. Ho cercato per giorni una penna bianca e un gessetto per poter scrivere sulle pagine di bando e allontanamento. Prima di pubblicarlo, dovevo realmente vedere se le pagine nere potessero contenere ciò che lo stesso Diary of the witch richiede

Al giorno d’oggi sembra un po’ strano parlare di stregoneria, eppure trovo che sia una conoscenza indispensabile per arrivare a conoscere a fondo se stessi e tutto ciò che ci circonda, indifferentemente dalla fede che ci guida. Quanto ti senti strega, e come riesci a consigliarlo nel tuo quotidiano?
Non mi sento strega… Sono una strega. Una donna che non smette di studiare, che crede fortemente nella voce degli Dei, che utilizza la pratica e la magia per andare avanti ogni giorno e superare qualsiasi tipo di ostacolo. È la Natura stessa a mostrarci quanto la magia divina sia intorno a noi, basta solo riuscire a credere.

Ora vorrei chiederti qual è il tuo animale totem.
Bellissima domanda anche questa e la risposta è veramente molto facile. Il mio animale totem è il corvo imperiale, tatuato anche sulla gamba. Il corvo è il messaggero degli Dei, colui che è capace di attraversare i due mondi per recapitare i segni del Destino e i loro messaggi. È un animale che, se pur definito oscuro e messaggero di morte, è legato per esempio alla Dea Morrigan, la Dea guerriera capace di affrontare ogni avversità.

Quanto ti senti affine al tuo segno zodiacale?
Fin troppo. Sono uno scorpione, un segno intenso e difficile allo stesso tempo. Lo scorpione va amato in ogni suo lato, anche in quello più abissale e negativo ma allo stesso tempo, ha bisogno di avere il suo angolo quotidiano dove rifugiarsi, allontanarsi da tutto e tutti per un po’ per ricaricare le energie.

Ho avuto modo di leggere altri tuoi romanzi e li ho trovati tutti molto profondi, ognuno di loro è capace di toccare e lasciare qualcosa in modo diverso e questo manuale non fa differenza “Diary of the witch” è capace di risvegliare una conoscenza addormentata, spronando il lettore a provare e a ricercare.

 Posso chiederti quanto c’è di te nei tuoi romanzi e in questo diario?
Sin dal mio primo manuale Guarda oltre ciò che vedi, disponibile ancora su Amazon, c’è una gran parte di me in ogni cosa che scrivo. Che sia la lista della spesa, che sia un semplice disegno, ogni mia scritta ha all’interno pezzettini di me. Un po’ come Provenza in Al di là di Borgo Opaco, sino ad arrivare a scegliere di tatuarmela sul braccio e un po’ come Castalia in Custode dell’Oltretomba. Ogni mio personaggio femminile, sono sfumature di me.

Grazie ancora per questa meravigliosa intervista.
Ringrazio i tuoi lettori per avermi letto e auguro a tutti loro di bruciare torte e dimenticare l’ora perché ciò significa che sono riusciti a leggermi con piacere.
Un forte abbraccio.
Emanuela A. Imineo.

Altre Interviste

Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti