Emanuela A. Imineo-il vuoto di Yamauba

Scheda del libro

Titolo: Il vuoto di Yamauba
Autrice: Emanuela A. Imineo
Casa editrice: Press & Archeos
Data di uscita: 10 maggio 2021
Genere:
Fantasy
Pagine: 226

Prezzo ebook: 7,99€
Prezzo cartaceo: 14,00€

Disponibile su: AmazonAltri libri di Emanuela A. Imineo

Trama

Giappone, età feudale. Yamauba è divenuta mamma di uno splendido bambino. Il marito, stanco di quella donna che ormai ha trovato nel figlio il fulcro dell’esistenza, escogita con sua madre un piano per liberarsene: spingerla al suicidio, facendole credere di aver avvelenato il piccolo con il proprio latte. 

Così avviene e Yamauba, additata come strega e aggredita dagli abitanti del villaggio, è costretta a rifugiarsi in una caverna sui vicini monti. 

Convinta di aver ucciso il figlio decide di lasciarsi morire ma, per volere degli Dei, Yamauba sopravvive scivolando nella follia. Tra foreste cupe e distese innevate, la sua unica compagnia saranno gli Yōkai: spiriti crudeli e pericolosi, votati all’inganno. 

Guidata da uno di essi, Yamauba cederà ai peggiori istinti, nutrendosi di carne umana e accettando di perdere l’anima. 

Recensione

Cari amici lettori,

quello che vi presento oggi è il primo romanzo che leggo con la consapevolezza che non è né una storia d’amore né tantomeno una storia a lieto fine.

Da sempre affascinata dalle leggende orientali, ho guardato subito con interesse il romanzo di questa autrice, che ancora non conoscevo, ma che ha saputo incuriosirmi con la trama e con la copertina disegnata da Paolo Masagli. 

Se siete qui a leggere questa recensione sicuramente avrete avuto il mio stesso pensiero: questa è una storia che devo leggere. 

Ed è proprio questo che è “Il Vuoto di Yamauba” di Emanuela A. Imineo, edito da edizioni Press & archeos, una storia: la storia di una donna, di uno Yokai, di un figlio, di follia. 

La scrittura di Emanuela A. Imineo è già da subito incalzante, emozionante, drammatica ed avvolgente come un caldo manto di neve.

I suoi personaggi sono emotivamente e psicologicamente complessi tanto da rendere vivi e umani queste figure leggendarie, tramandate da generazione in generazione. 

Come ho accennato prima non dovete aspettarvi una favola. E’ un romanzo cupo, oscuro che stordisce e intrappola il lettore nella psiche di Yamauba.

Prima di leggere questo romanzo bisogna porsi una domanda: e se fossi stata nella stessa situazione cosa avrei fatto pur di sopravvivere?

Yamauba è una donna resa folle dalla follia del marito e della comunità, accusata di aver avvelenato e ucciso il suo stesso figlio con il suo latte. Viene cacciata dal villaggio, finisce per perdere la ragione e ritrovarti in fin di vita al gelo nella neve dove la sua mente a causa dello shock subito creerà una nuova versione degli avvenimenti: il figlio tanto amato le è stato strappato dalle braccia da un branco di lupi durante un attacco ed ora è lì, nella foresta, che piange, che ha bisogno di lei.

Durante la lettura riuscirete ad avvertire il pianto di quel bambino oltre al freddo che pian piano consumerà sia voi lettori e Yamauba.

Solo una voce rappresenterà sia la sua speranza che la sua dannazione.

In questa spirale di follia Yamauba pur di sopravvivere e ritrovare il figlio tanto amato cederà la sua anima ad uno Yokai iniziando a nutrirsi di carne umana. 

Il romanzo è una storia di disperazione, follia ed angoscia che riuscirà a tenervi con il fiato in sospeso fino alla fine.

Buona lettura!

Federica

Altri Fantasy

Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti