Patrizia Poli - L'isola delle lepri

Scheda del libro

Titolo: L’isola delle lepri
Autrice: Patrizia Poli
Editore: Literary Romance
Genere: Romanzo Storico
Pagine: 176
Prezzo ebook: 1,99€
Prezzo cartaceo: 12,99€
Data uscita: 1 marzo 2021

Disponibile su: AmazonAltri libri di Patrizia Poli

Trama

Una fanciulla in odore di santità. 
Il cuore di un uomo straziato dal desiderio. 
Una donna capace di grandi passioni.

Margit d’Ungheria è ancora nel grembo materno quando viene votata a Dio.

Monacata a forza si accolla ogni sofferenza e privazione pur di essere gradita all’Altissimo. Rifiuta la proposta di matrimonio dell’aitante re di Boemia Ottocaro, mette pace fra l’amato fratello Stefano e il padre. In realtà, il suo animo triste è preda di una nostalgia feroce e di rancori violenti, il suo cuore è straziato dal desiderio di una vita fuori dalle cupe mura del convento. Accanto a lei, Marcello, il padre provinciale dei domenicani, bruciato da una segreta passione, e Kalima, la fedele cagna. È la storia di una donna singolare, di una giovane vita sprecata, di un animo potente, tormentato, capace di amore, passione e solitudine immensi.

Recensione

Care lettrici oggi vorrei presentarvi un romanzo storico ambientato nel contempo sia nel 1200 che ai giorni nostri.

L’isola delle Lepri di Patrizia Poli è un romanzo meraviglioso, appassionante e forgiante che tanto da riflettere.

Il personaggio di Margit d’Ungheria è molto forte e complesso, capace di affascinare quanto destabilizzare il lettore.

La sua storia si intreccia con la vita di Maddalena Della torre e di Marce appassionati della vita di Santa Margherita. La sentiranno in modo diversi e la vedranno camminare accanto a loro, vivranno in prima persona la sua storia.

Prima di leggere questo romanzo non conoscevo la storia di Santa Margherita d’Ungheria, la santa protettrice dell’Isola delle Lepri situata Budapest, che ha dedicato la sua esistenza a Dio e agli emarginati.

Una bambina, un’orfana votata a Dio prima della nascita, una monaca, una donna, una Santa. 

Ho veramente amato l’abilità di Patrizia Poli nel descrivere i sentimenti di Margit dalla sua nascita fino all’età adulta, accompagnando il lettore attraverso i suoi sentimenti.
La delusione, la desolazione, il dolore della perdita e del distacco, la rabbia e ribellione, la sete di ferire e punire, l’accettazione, la devozione e l’amore.

È la storia singolare di una bambina monacata a forza all’età di 4 anni. Vive la vita da monaca come il tradimento subito dai suoi genitori che non gli hanno mai dato alcuna possibilità di scelta. Si voterà completamente a Dio e sottoporrà il suo corpo e il suo spirito a supplizio, al digiuno, torturandosi per torturare chi l’ha abbandonata.

È una storia forte che affronta temi profondi di sofferenza e di Santità, di amore profondo.

È un romanzo toccante, psicologicamente profondo e che ti induce a riflettere riflettere continuare a riflettere.

Ve lo consiglio assolutamente.

Federica Rivaira

Altre recensioni della stessa categoria

Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti