Alexandra Rose-Il suono della neve

Scheda del libro

Titolo: Il suono della neve
Autrice: Alexandra Rose
Casa editrice: Self publishing
Data di uscita: 31 maggio 2021
Genere:
Music Romance
Finale: Autoconclusivo 

Prezzo ebook: 1,99€
Prezzo cartaceo: 15,60€

Disponibile su: Amazon

Trama

Nonostante il suo innato talento, Daisy si è sempre tenuta lontana dai riflettori a causa del suo carattere timido.  

Nel momento in cui poggia le mani su una tastiera, però, diventa parte della melodia e si spoglia di ogni insicurezza.  

Sente che tutto sta per cambiare quando la manager dei Poison Dust ascolta la sua esibizione in un pub e le propone un contratto.  

È l’opportunità per far conoscere al mondo la sua musica, ma è anche l’inizio di qualcosa di più.  

Scoprirà di dover condividere l’appartamento con l’intera band, compreso il vocalist: Yukine Kimura, dai delicati lineamenti orientali e dall’animo tormentato.  

Lei lo detesta da otto anni.  

Lui ha promesso di dedicare la sua vita esclusivamente alla musica.  

Ma Yukine e Daisy impareranno che il filo rosso del destino è impossibile da spezzare.

Recensione

Care amiche, 

Oggi sono qui a parlarvi di un romanzo che mi ha scosso il cuore e mi ha fatto sospirare, ridere e piangere con i vari personaggi. 

Prima di iniziare a parlarvi dei personaggi e della loro storia vorrei fermarmi a farvi alcune considerazioni.
Innanzitutto ho letteralmente adorato la copertina del libro, che peraltro mi aveva già incuriosito dal titolo, che ho trovato profondo e travolgente, ma non voglio rovinarvi la sorpresa, vi dirò solamente che troverete il significato leggendo il romanzo.
 

“Il suono della Neve” è una storia che riesce a penetrare sotto la pelle e nel cuore dei lettori coinvolgendoli e rendendoli partecipi. 

I personaggi sono autentici, carismatici, molto ben sviluppati e caratterizzati sia a livello emotivo che fisico. 

L’insicurezza a volte ci spinge a privarci di possibilità e la stessa cosa fa il dolore o la paura di soffrire e di mettersi in gioco.
Daisy è una giovane ragazza di grande talento ma con un carattere molto riservato e timido. Ama talmente tanto la musica da diventarne parte nel momento in cui si ritrova a posare le mani su una tastiera.
 

In seguito a una sua esibizione in un pub, il fratello Liam, membro dei Poison Dust, gli comunica che le band sta cercando un nuovo membro e lui l’ha proposta, pertanto verrà presto contattata dalla manager del gruppo, rimasta molto colpita dalla sua esibizione.  

Questa è l’opportunità che Daisy attende da tutta la vita, ma saprà affrontare la sua timidezza e le sue insicurezze per coglierla? 

Per entrare nella band dovrà condividere l’appartamento con i membri e incontrare lui, Yukine, la persona che più l’ha ferita e che ora odia più di se stessa. 

Yukine è un ragazzo dai delicati lineamenti orientali e dal carattere all’apparenza freddo e scontroso come un manto di neve, dall’animo tormentato. 

Ma la neve è realmente così fredda? All’occorrenza non è forse calda come una coperta di lana? 

Forse l’ombra di un nuovo amore riuscirà a scuotere Daisy tanto da farle affrontare le sue paure? 

“Daisy è fragile, eppure al contempo forte, proprio come una margherita che sfida l’inverno” 

Durante la lettura ho amato tutti i personaggi: Daisy, Yukine, Liam, Darrel, Sean, Sophie e mi sono ritrovata ad essere incantata da ognuno di loro, dalle loro caratteristiche e dalle loro storie. Un’opportunità, un amore passato, un incontro, segreti, una nuova possibilità, una canzone che nasce dal cuore e che risuona come la neve che cade. 

Lasciatevi travolgere dalla storia di Yukine e Daisy, ora non mi resta che augurarvi una buona lettura. 

Federica

Estratti

#1

Distante alcune spanne, c’era lui. 

Perfettamente a suo agio, il ragazzo aveva la schiena poggiata al muro e stringeva un bicchiere in una mano.  

Daisy avvertì l’improvviso desiderio di fuggire via.  

Eppure, non ci riuscì.  

Rimase paralizzata, non fu in grado di sottrarsi a quegli occhi che la fissavano in modo preciso, puntiglioso, come se la stessero esaminando. Il trambusto del party svanì, non udì nulla eccetto il battere impazzito del cuore contro le costole. Ebbe la sensazione di essere spogliata della pelle, della carne e delle ossa. Fino all’anima.   

Fece scivolare lo sguardo sulla sua camicia nera appena sbottonata e sulle maniche arrotolate fino ai gomiti, che lasciavano scoperte le braccia scolpite. I pantaloni stretti gli fasciavano le gambe lunghe e magre. 

Deglutì e si immerse di nuovo nei suoi occhi scuri e affilati. Quelle iridi scintillavano e la guardavano come se volessero divorarla senza lasciarle scampo.  

Un’espressione impenetrabile era scolpita nel suo viso dai delicati lineamenti orientali.  

Yukine distolse gli occhi da lei e li puntò sul liquido nel bicchiere, che prese a far ondeggiare piano. Intrufolò una mano tra i capelli neri e i ciuffi scomposti gli ricaddero sulla fronte. Le sue labbra sottili erano serrate, non esprimevano nessun sentimento.  

Daisy non fu più in grado di respirare. 

Erano passati anni, ma non era mai riuscita a cancellare la sua immagine dalla memoria. 

#2

Fu un solo attimo, il tempo di un battito d’ali. Yukine si raddrizzò, girandosi verso l’ingresso. I loro sguardi si allacciarono. Gli occhi neri di lui, lucidi di lacrime, si sgranarono. Le sue labbra si ridussero a un trattino e in un secondo le sue iridi insondabili congelarono qualsiasi traccia di sentimento, riempendosi del consueto disprezzo. 

Oh, no. 

Daisy si sentì in gabbia. Yukine serrò i pugni, il corpo dritto e teso come una canna di bambù. Avanzò con decisione e spalancò la porta. Daisy fu costretta ad arretrare senza possibilità di fuga, finché la sua schiena cozzò contro il muro del corridoio. 

Yukine la intrappolò tra sé e la parete fredda, premendo i palmi ai lati della testa di lei. Il suo odore fresco, aspro, la colpì come uno schiaffo. I suoi occhi erano due pozzi profondi. 

«Mi dispiace… Non volevo» si affrettò a dire lei. Non aveva paura di Yukine, tuttavia la spaventava il suo silenzio glaciale, quella freddezza in attesa di esplodere in una tempesta di neve per seppellire ogni cosa. 

 

Biografia dell'autrice

Alexandra Rose nasce a Cagliari nel 1991. Appassionata di storie fin da piccola, ha sempre amato creare racconti, complice la sua smisurata fantasia. Crescendo, il suo amore per la lettura e la scrittura si è intrecciato a quello per la biologia. Infatti, consegue una laurea in Tossicologia e successivamente in Neuropsicobiologia all’Università di Cagliari. 

Nonostante la carriera accademica di stampo scientifico, capisce che la sua vera vocazione sono i libri e dopo alcuni corsi di formazione decide di diventare editor. Ha precedentemente pubblicato con una Casa Editrice e in selfpublishing 

Altri Romance

Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti