Andrea Martinetti-La polvere di carta

Scheda del libro

Titolo: La polvere di carta  
Autore: Andrea Martinetti
Editore: Cordero Edizioni
Genere: Fantascienza 
Pagine: 220
Data di uscita: 22 febbraio 2021 
Prezzo kindle: 4,50€
Prezzo cartaceo: 11.39€

Disponibile su: Amazon

Trama

Max, garzone in una piccola libreria, ignora di trovarsi in realtà sulla soglia di un mondo ben più grande e complesso.

Un giorno, scopre del tutto casualmente che la libreria in realtà è l’accesso ad una enorme biblioteca dove vengono conservati tutti i libri prodotti da quando esiste l’umanità. Anzi Max deve assumersi il difficile compito di nuovo Custode di questo luogo.

Ogni libro ospita uno spirito che può essere buono o cattivo e tutte queste entità si danno battaglia nelle infinite stanze della libreria. Ma su ogni volume, troneggia una forza oscura che lo riduce in polvere eliminandolo per sempre. Starà a Max trovare il modo di arrestare la distruzione e riportare ordine tra gli spiriti turbati.

Un’avventura tra il paranormale ed il fantastico dove il protagonista scopre la forza che risiede in se stesso, nella sua coscienza, e che gli permetterà di leggere la vita sotto un altro punto di vista alla luce delle emozioni provate nel corso dell’avventura.

Un libro dalla narrazione insolita che, nel rapido succedersi della trama, cattura attenzione dei lettori fino all’ultima pagina.

Biografia dell'autore

Andrea Martinetti, genovese, insegnante di Storia e Filosofia, da alcuni anni si occupa di teatro contribuendo alla stesura dei copioni da mettere in scena. Da questa passione ha scoperto il suo talento per la narrativa e, dopo alcune conferme a carattere locale, si lancia a livello nazionale con questo primo romanzo. 

Recensione

Se c’è qualcosa che qualcuno come me, un’accanita lettrice, può dire su questo romanzo è: meraviglioso!

Avete mai pensato che i romanzi che leggevate potessero serbare al loro interno le vostre emozioni e le emozioni di chi li aveva letti prima di voi?
Che magari proprio per quel motivo amate o amavate prendere i libri dalla biblioteca, come a voler condividere l’esperienza ed i sentimenti altrui?

Se risponderete di si a queste due domande allora “Polvere di carta” di Andrea Martinetti è il libro che fa per voi.

“«È difficile da spiegare e sei libero di non credermi, ma questo…» disse facendo una pausa nel timore di risultare ridicolo, «è un rifugio per i libri dimenticati». Max rimase un momento attonito poi si mise a ridere per l’imbarazzo e chiese: «Come?».«Ti è mai capitato di avere un libro che non hai letto o finito di leggere?» Max ci pensò su: «Sì».«Bene. Sei riuscito a ritrovarlo?» «Certo, è ancora lì sullo scaffale.» «Non ti ho chiesto se lo hai perso. Ho chiesto se lo hai mai ritrovato. Lo hai riaperto , riletto, hai assaporato le sue parole più di quanto avevi fatto la prima volta?» «Per alcuni sì, per altri no.» «Bene, allora vieni.»”

È un libro meravigliosamente scorrevole dove le emozioni fluiscono dal romanzo attraverso i lettore per arrivare dritte al cuore e spalancare porte che ti fanno sospirare e pensare “bho, chissà “.

Max è un giovane ragazzo che trova il lavoro dei suoi sogni, da sempre amante lettore viene assunto in una libreria, dove può liberamente accedere a tutto, tranne ad una porta. 

All’improvviso viene catapultato in un mondo magico di cui lui è il nuovo custode, si tratta di una biblioteca dove vengono conservati tutti i libri del mondo, quelli letti,  quelli lasciato a metà,  quelli non letti e quelli dimenticati.

Ogni libro ospita uno spirito, ma una forza oscura aleggia dietro una di quelle porte, riuscirà Max a salvare le sorti del mondo?

“«Tutto questo è assurdo. Questo posto è nato per proteggere i libri dall’abbandono o dall’oblio» disse Anna. «Un conto è non finire un libro, un conto è non leggere mai » aveva detto Max, «Se nessuno legge, questo posto diventerà inutile come tutto ciò che contiene». «Ma cosa possiamo noi contro un nemico del genere?» «Credo nulla.»”

Un romanzo avvincente, capace di tenerti avvinto fino all’ultima parola.

Un libro perfetto da regalare, magari assieme a un bell’uovo di Pasqua.

Federica Rivaira

Altre recensioni della stessa categoria

  • Alessio Del Debbio - Quando Betta filava
    Quando Betta filava di Alessio Del Debbio
    Segnalazione. Nelle pagine di questo libro rivivono storie e leggende dimenticate, creature fantastiche che popolavano la Toscana e, chissà, magari la popolano tutt'oggi. […]
  • Claudia Melandri-Lies
    Lies di Claudia Melandri
    Segnalazione. Passano gli anni e le nuove generazioni dei Gargoyles, da cuccioli piccoli e indifesi, si trasformano in guerrieri pronti a tutto pur di proteggere il loro mondo. […]
  • Giulia Fiori-Jiklitaal
    Jiklitaal La città del sole e del sogno di Giulia Fiori
    Recensione. Gillion sa qual è il suo posto, anche se il suo più grande desiderio è quello di diventare un libraio […]
  • jessica marchionne-Le campane di san pietroburgo
    Le campane di San Pietroburgo di Jessica Marchionne
    Segnalazione. Viktor è solo un bambino quando riceve in dono dal fratello Ivan un diario, a suo dire, capace di realizzare tutto quello che vi viene scritto […]
  • Francesco Codenotti - Le sette vie del drago
    Le sette vie del drago di Francesco Codenotti
    Segnalazione. Che cosa sono il bene e il male? Dove inizia uno e termina l'altro l’altro?Queste sono le domande che guidano il cammino di sette ragazzi che il destino, un’antica profezia e le parole del Drago Tenry, hanno deciso di unire. […]
Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti