Miss Ansia - Amore all’ultima vodka

Scheda del libro

Fa il suo esordio in casa Brightlove (Pubme) la penna schietta, super colorita e sorprendentemente romantica di Miss Ansia. La scelta del suo pseudonimo? Beh, non è solo il retrogusto agrodolce del vostro cocktail preferito, siete stati avvisati!  

Titolo: Amore all’ultima vodka
Autore: Miss Ansia
Genere: New Adult (Humor)
Pubblicato da: Collana digitale Brightlove, (Pubme)
Pagine: 332
Volume: Autoconclusivo
Prezzo Ebook: € 2,99
Prezzo Cartaceo: € 16,15
Data di pubblicazione: 15 Ottobre 2020

Disponibile su: Amazon

Trama

CHE L’ALCOOL CE LA MANDI (IN MONA!)

Se per un italiano medio varcare il confine è solo un’innocua sfida, rinunciando all’idea del bidet e del nostro buon cibo, per un veneto invece è il vento della morte che comincia a sussurrare al proprio orecchio.

Mettiamoci poi una veneta DOC, dedita all’alcool e particolarmente patriottica, che è costretta a partire per un paesino sperduto del nord-est Europa, (con un clima disumano e cibo dai nomi impronunciabili) allora il cocktail perfetto è servito.

Sì, ma per un disastro di proporzioni epiche! Per la povera Ginevra Baldin, detta anche Gin, l’esperienza sarà un vero e proprio corso di sopravvivenza, perché dovrà destreggiarsi tra litigate colorite, alcool a fiumi e l’irriverente Filip Kowalski, pronto a darle filo da torcere.

Ma se la peggiore vacanza della tua vita si trasformasse nel più bel regalo che il destino potesse farti? E se, proprio sul più bello, il cuore cominciasse a fare i capricci?

Beh, se pensate che i guai siano solo la punta dell’iceberg per la nostra Gin, allora mettetevi pure comodi e versatevi da bere, perché avete proprio ragione.

Estratto

“Ya tebya liubliu” sussurra.

Che cosa ca**o ha appena detto? È una formula magica? Un inizio di un rito satanico?

“Che significa?”

“Ti amo”.

Fermi tutti. Fermiamoci un secondo. Che ha detto? Ti amo? A me? Qualcuno chiami Zaia, deve documentare!”

Recensione

Questo libro mi è piaciuto davvero tanto! 

Mi sono piaciute le parti in cui la protagonista, Ginevra, usava il dialetto Veneto, perché mi hanno fatto davvero ridere.

È un libro leggero, ma che mi ha fatto anche emozionare in molti momenti.

Ginevra, inoltre, è un personaggio con un carattere molto forte che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno e che dice sempre quello che pensa, cosa che ho apprezzato molto.

Mi è piaciuta anche la destrezza della scrittrice che è riuscita ad unire due culture così diverse, cosa non facile, ma che lei è riuscita a fare molto bene.

Mi ha fatto amare sia i pregi che i difetti di ogni paese e mi ha anche fatto venire voglia di fare un viaggio in Polonia o in Russia per sperare di incontrare il mio Filip.

Consiglio vivamente questo libro se avete voglia di ridere e di sognare allo stesso tempo. 

Gaia (Bookloverrrx)

Altre recensioni della stessa categoria

Notifiche
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Guarda tutti i commenti